PLEASE BEWARE: This box is only available for delivery in the following regions: Europe and the Mediterranean basin. We regret that delivery to other countries is not possible at this time, orders placed in error will not be shipped.

Peirol d'auvergne
Testimonianza di un Medioevo errante che cerca contro ogni avversità, il trovatore Peirol d'Auvèrnha attraversò l'Europa d'inizio '200 per confrontare se stesso e la sua arte con la dimensione del viaggio e con le identità sociali e culturali di terre e civiltà lontane. Nacque attorno al 1160 nel castello di Peirol, in Auvergne, nel comune di Rochefort-Montagne (l'attuale dipartimento di Puy-de-Dôme). Di lui ci sono pervenute 34 chansons. Le 17 dotate di melodie sono tutte raccolte in questo intenso cd firmato dalla Camera delle Lacrime di Bruno Bonhoure. Al tempo, la civiltà occitana era al suo apogeo, ma quasi preveggendo un cambiamento epocale (ufficializzato nel 1209 dalla Crociata contro gli Albigesi), da un certo momento Peirol iniziò a prendere le distanze dall'ideale dell'amor cortese. Verso il 1202 partì da Montferrand, cantò in diverse corti, anche in Italia, e dal 1221 intraprese un lungo viaggio in Terra Santa e in Siria. Dopo più di un anno, al suo ritorno si sposò e rinunciò alla vita errante. Morì attorno al 1225. Le melodie profonde di Peirol riflettono la fine di un'epoca, e si propongono come un piccolo teatro dell'immaginario in cui s'incontrano epica e quotidiano, la dimensione del meraviglioso e quella del reale. Bruno Bonhoure le rivive ripercorrendo il viaggio esotico del loro autore, con strumenti di terre lontane e grande immedesimazione, in una funzionale e calibrata mistura di occidentale e orientale in cui regnano, con grande finezza, la parola e il ritmo. Massimo Rolando Zegna, Amadeus, aprile 2010 - I migliori del mese